IT | EN
SFOGLIA PRODOTTI
DOWNLOAD
OUTLET
CONTRACT
BRANDS
MENU

MAGAZINE

page
28 aprile 2021
RIVISTA SOUL DESIGN

Elisabetta Armellin: La bambina che sognava di diventare una designer

 

Incontrarla è un po’ come assistere con compiaciuto stupore all’apparire di un arcobaleno. Sarà il suo modo di fare, sarà il suo modo di essere, ma Elisabetta Armellin è un’esplosione di positività. Il suo sorriso contagioso. I suoi occhi parlanti. In tutto ciò una forte autenticità, quell’autenticità che può avere solo chi sa che ha realizzato un sogno e che non può che essere grato alla vita. È una fiaba la vita di Elisabetta, che parte dal suo sogno da bambina di diventare una designer e che diventa realtà con la sua professione di fashion designer
 
“Il colore per me è la vita. La vita è fatta di colori, guai se fosse una vita in bianco e nero. Per cui il colore è l’espressione di ogni sentimento. Voglio vedere un mondo a colori, anche se mi vesto sempre di nero, ma questo perché è già abbastanza colorato il mio mondo, perciò voglio essere neutrale e tutto il resto è colorato.”
 
Alla domanda “Da dove trovate i nuovi colori di tendenza?” le sue parole sono state:
“La bravura dello stilista o del designer risiede nella capacità di vedere delle rivoluzioni date dal cinema, dal settore automobilistico, dalla musica, intuendo quello che poi sarà il futuro.”
 
Uno dei concetti chiavi su cui lei stessa fa leva nel corso dell’intervista è però indubbiamente il fattore umano. Poiché secondo le sue parole, lo stilista deve avere una sua anima, deve prima essere in grado di farsi ispirare da ciò che possiede realmente dentro. Un pensiero questo, che ha guidato il suo percorso artistico e professionale fino ad oggi: “ Elisabetta è una bambina che sognava di diventare designer. E poi è una bambina che è riuscita a diventare fashion designer. Sentirmi dove volevo essere, e questo penso che sia la ricchezza più grande.”
 
page-1
page-2
page-4
page-3
2017 © L’AMBIENTE SRL | P.I. 02261820266 | PRIVACY | CREDITS