IT | EN
SFOGLIA CATALOGO
OUTLET
CONTRACT
BRANDS
MENU

MAGAZINE

23 novembre 2017
CONSIGLI

Le 5 regole da seguire per acquistare e progettare una cucina di qualità

 

1. Organizzare bene le aree di lavoro

 

Il lavoro in cucina può essere molto faticoso, nonostante l’aiuto fornito da molti accessori e dagli elettrodomestici. Una buona organizzazione degli spazi può ridurre i percorsi "ad ostacoli" e i movimenti inutili e innaturali. La disposizione delle varie zone della cucina, il rispetto delle distanze e l’organizzazione di percorsi razionali sono quindi i punti di partenza per rendere il lavoro in cucina un’attività creativa e divertente.
Una prima regola semplice è collegare la zona conservazione (dispensa, frigorifero), la zona lavaggio (lavello, lavastoviglie) e la zona cottura (piano cottura), per mezzo di triangoli di lavoro di piccole dimensioni. La somma dei tre lati che uniscono le tre aree non dovrebbe superare i 650cm. In una disposizione ottimale le tre zone devono essere intervallate da piani di lavoro.

1-guida
2. Altezza del piano di lavoro

 

Scegliete piani di lavoro con un’altezza ergonomica a seconda della vostra statura: eviterete così di assumere posizioni scorrette che possono provocare affaticamento e dolori.

2-guida-intera
3. Profondità del piano di lavoro

 

Se lo spazio a disposizione lo permette, scegliete piani con una maggiore profondità: aumenterete il senso di libertà di movimento e potrete lavorare in uno spazio più aperto e con una visuale migliore.

 

La tradizionale profondità delle basi di 60 cm si è evoluta verso misure superiori e più ergonomiche. Aumentando la profondità delle basi è possibile abbassare i pensili, che risultano così in una posizione più ergonomica e funzionale.

3-guida
4. Cestelli estraibili per cucina

 

Per le basi scegliete comodi cestoni e attrezzateli a seconda delle vostre esigenze.

A - Le basi tradizionali con antine e ripiani obbligano a chinarsi e ad assumere posizioni scorrette per prelevare o riporre gli oggetti collocati in una posizione quasi inaccessibile e non illuminata: questo a lungo andare può causare gravi conseguenze per la salute.


B - Con il cestone ad estrazione totale tutto il contenuto della base è a vista, più accessibile e a portata di mano.

4-guida
5. Dimensioni minime

 

A - Fra un tavolo e una parete o qualsiasi altro ostacolo, la distanza minima per permettere una libera circolazione con andatura frontale passando dietro una persona seduta è di 120 cm.


B - Per consentire ad una persona di lavorare ed eventualmente aprire ante e cassetti dietro a una persona seduta è necessario prevedere una distanza minima di 135 cm fra il bordo del tavolo ed il mobile. Se il mobile ha una profondità di 80 cm, la distanza va aumentata di 15 cm.


C - Per stabilire le distanze utili fra i piani di lavoro e altri elementi posti davanti ad essi bisogna tenere conto dello spazio necessario ai movimenti delle persone e dell’ingombro degli elettrodomestici e delle basi con relativi cassetti e sportelli eventualmente aperti.


D - Di fronte alla lavastoviglie va tenuto uno spazio libero di almeno un metro per le operazioni di carico e scarico. Per consentire il passaggio di un’altra persona con andatura frontale durante queste operazioni, lo spazio va aumentato di altri 70 cm, se di fronte c’è una parete.

5-guida
2017 © L’AMBIENTE SRL | P.I. 02261820266 | PRIVACY | CREDITS